English Italiano Deutsch Русский (Russian)
email facebook twitter google+
Bed & Breakfast in Puglia. Tenuta Colavecchio offre un'ospitalità confortevole, per rilassanti giornate all'insegna della serenità . Antico villino signorile del 1895 restaurato adiacente all'azienda agricola, con i suoi numerosi alberi da frutta, ciliegie, uva, fichi, mandorle.

puglia, prenota Bed & Breakfast

vacanze relax

Tenuta Colavecchio

itinerari turistici

enogastronomici

culturali, alberobello, valle d'itria, zoosafari, ostuni, otranto, lecce

News  feb 19, 2013

Il turismo pugliese alla Bit di Milano

La Puglia alla Bit (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano si è presentata in grande spolvero. Una regione che ha saputo, nell’anno orribile del 2012, tenere con i suoi oltre 3,2 milioni di arrivi e circa 13,3 milioni di presenze turistiche complessive (fonte: Osservatorio regionale sul turismo).

Le contrazioni sono state modeste: -0,89% degli arrivi e -2,03% delle presenze contro la media nazionale rispettivamente del -6,2% e -7,1%.

La crisi ha pesato sulla domanda turistica verso la Puglia, come verso altre regioni: cali si sono registrati dal Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia. Bene gli arrivi dal Trentino Alto Adige e dal Molise; in crescita il turismo domestico, dei pugliesi in Puglia, del 2,5% circa per gli arrivi e dell’1,5% delle presenze.

La Puglia piace ed ha tutto quello che piace ai viaggiatori italiani: “il giusto mix di mare, collina, arte, cultura e ambiente pulito, dicono i corteggiatori che stiamo riscontrando in questa fiera”, spiega l’assessore Godelli a Milano.

Un'indagine sulla customer satisfaction dei turisti (realizzata da Isnart per conto dell’Osservatorio Regionale sul Turismo) segnala che l’esperienza di viaggio in Puglia è positiva per chi sceglie la nostra regione per le sue vacanze. In una scala da 1 a 10

  • la cortesia delle persone: voto medio di 8
  • la percezione di una forte identità locale: 7,8
  • la coerenza tra aspettative e l’immagine trasmessa dal territorio: 7,5
  • qualità dell’offerta enogastronomica: 8,1
  • offerta culturale e di intrattenimento: 7,5
  • occasioni di socializzazione (eventi a tema, ecc.): 7,7
  • varietà e rapporto qualità/prezzo delle attività ricreative proposte dagli attori locali: 7,6.

Ancora oggi il turismo pugliese si colora ancora molto di blu, il colore del mare: in 7 casi su 10 il visitatore soggiorna in un’unica località di vacanza e ben 6 su 10 si dichiarano degli habitué.

IL TURISMO STRANIERO: rispetto alla media nazionale turisticamente la Puglia ha registrato un andamento decisamente migliore: nel 2012 ha conosciuto importanti trend positivi negli arrivi e presenze internazionali: Germania +13,3% (arrivi), Francia +22,4%, Svizzera +21,5%, Regno Unito +18,3% Belgio +30,6% e Usa +11,5%.

LE METE PIU’ AMBITE: Salento e Valle d’Itria restano le mete turistiche preferite dai turisti stranieri. Ottime le performances di crescita di destinazioni di recente scoperta come Magna Grecia, Murgia e Gravine (+17% degli arrivi e 15,4% delle presenze).

L’OFFERTA TURISTICA: nel 2012 gli addetti ai lavori sono cresciuti: circa 93.708 sono le camere a disposizione dei turisti e 252.000 i posti letto complessivi per un totale di 4.804 strutture. All’aumento del numero delle strutture ricettive si è associata anche una qualificazione dell’ospitalità (riduzione delle strutture 3 stelle a fronte di un incremento dei 4 e 5 stelle).

 

 

«



Altro...